Cartoomics Movies Comics Games Homepage

Fantascienza – Con Mondi Futuri per rivivere 2001 Odissea nello spazio

Una fantastica ambientazione in scala 1:1 porterà i visitatori dell’Area Fantascienza di Cartoomics 2019 nel bel mezzo delle atmosfere surreali del film di Stanley Kubrick, girato mezzo secolo fa…

L'associazione di promozione sociale Mondi Futuri nasce nel 2018 con lo scopo di riunire appassionati du sci-fi per condurre progetti comuni riguardanti i vari aspetti della fantascienza.

I principali riguardano la realizzazione di scenografie riproducenti quelle utilizzate nei principali film e libri del genere e la creazione di props, come armature e altri oggetti di scena e costumi a essi ispirati. Una parte importante dell’attività di Mondi Futuri si basa inoltre sulla realizzazione di filmati e scketch audiovisivi, sia di opere originali (ma sempre in ambito fantascientifico) sia ispirate alle grandi saghe della fantascienza: attualmente, per esempio, lo staff di Mondi Futuri  sta realizzando Troops, una serie comedy ispirata a Camera Cafè e ambientata a bordo della Morte Nera del primo Guerre Stellari (il primo episodio è già visibile sul canale YouTube dell’associazione.

In occasione dell'edizione 2019 di CartoomicsMondi Futuri realizzarà una copia in scala 1:1 del corridoio visto nel film 2001 Odissea nello Spazio, che l'anno scorso ha festeggiato i 50 anni dall'uscita: ricostruita a partire dalle foto e dai progetti di scena originali, la scenografia sarà lunga 5 metri, aperta su ambo i lati, e sarà un perfetto photo-set per gli scatti dei visitatori.

Mondi Futuri esporrà anche alcune tavole originali di vari disegnatori - professionisti e non -, mentre uno dei soci, lo scultore Gianluca Giora (vincitore di diversi premi italiani ed internazionali), scolpirà in diretta, ripreso da una telecamera che trasmetterà le immagini su uno schermo in modo che sia possibile per tutti vederlo all'opera, figurini ispirati al libro di fantascienza L'Equinozio di Xipe di Giovanni Oro, anch'egli presente allo stand.

Saranno infine esposti alcuni props realizzati dai membri dell’associazione: armature, costumi e altri oggetti (tra cui ovviamente il computer Hal di 2001 Odissea nello Spazio), per mostrare al pubblico lo spettro completo delle attività di Mondi Futuri.

I commenti sono chiusi