Cartoomics Movies Comics Games Homepage

In caso di attacco zombie… A Cartoomics sempre più coinvolgente lo spettacolo interattivo di Umbrella Italian Division

Preparatevi a vivere emozioni forti nell’area dedicata del Padiglione 20… Il grande team dell’ormai celeberrimo gruppo di reenactment dedicato a Resident Evil si sta preparando per offrirvi live show da paura, nuove ambientazioni, allestimenti horror sempre più terrificanti…

Umbrella Italian Division è una delle realtà di reenactement più grandi in Italia e si occupa di ricreare atmosfere e show ispirati alla saga cinematografica e videoludica di Resident Evil. Il 2019 è un anno importante per la saga: è da poco uscito infatti il remake del celebre videogioco Redisent Evil 2 di Capcom, che sta ottenendo un grande successo di pubblico. L’associazione permetterà ai visitatori di rivivere quelle atmosfere nell’area dedicata all’interno del Padiglione 20 di Cartoomics 2019, allestita come un accampamento militare. Nell'area di è pronto ad atterrare il celebre elicottero, ci saranno anche i laboratori dei ricercatori completamente rinnovati e ampliati, dove sarà possibile assistere a veri esperimenti da parte dei nostri chimici. Confermata la presenza del mezzo blindato Ot-64 e soprattutto, per stupire il pubblico sempre di più ogni volta, nuovi allestimenti horror che saranno svelati tra poche settimane.

I figuranti saranno pronti a inscenare battaglie contro gli zombie, secondo un programma di live show che sarà esposto nell’area per informare i visitatori sugli orari. Oltre a ciò, però, gli attori sono pronti a coinvolgere il pubblico in improvvisazioni. Non mancherà l’area make up, con gli esperti di effetti speciali che prestano la loro arte all’associazione. Il merchandising ufficiale sarà invece disponibile nello stand allestito nell’avamposto.

Stefano Leoni, vicepresidente Umbrella Italian Division, ha commentato: «Abbiamo superato i 10 anni di attività e siamo entranti in un periodo di maturità dell’associazione che ci permette di correre qualche rischio in più rispetto al passato: stiamo facendo da punto di riferimento per gli spettacoli live, che ormai si avventurano oltre la nostra area di competenza dell’horror per coinvolgere altre associazioni, altri gruppi o altre aree. Abbiamo dimostrato che per fare spettacolo non serve un vero palco e che anzi, le persone apprezzano che l’azione avvenga in mezzo a loro».

Stay tuned! Presto online dettagli e aggiornamenti.

 

I commenti sono chiusi